• Created by:
    Matteo Gregotti
  • City & Country :
    Milano - Italy
  • School Name:
    Liceo artistico Umberto Boccioni - Milano
  • Book author:
    Janne Teller
  • Book language:
    Italian
  • Book publisher:
    Feltrinelli
  • ISBN code:
    9788807884382

Synopsis:

«Non c'è niente che abbia senso, è tanto tempo che lo so. Perciò non vale la pena far niente, lo vedo solo adesso».
Lʼimprovvisa illuminazione del giovane Pierre Anthon sullʼinutilità della vita e, quindi, sulla vacuità di ogni gesto lo spingerà a salire su un prugno dal quale declamarà lʼinsensatezza dellʼessere al mondo intero.

E come un odierno Zarathustra, che anziché scendere dalla montagna vi fa ritorno allontanandosi dalla comunità, Pierre Anthon dallʼalto del suo gattice lancia strali contro lʼipocrisia dellʼessere umano, disintegrando tutte le convinzioni alla base della grande bugia che pone le fondamenta della vita.

La scelta di abbandonare la scuola e di rifugiarsi su un albero non lascia indifferenti i suoi compagni che, scossi dalla sua improvvisa folgorazione e decisi a far desistere il ragazzo, si mettono d’accordo per  concepire qualcosa che lo convinca a scendere, ponendo fine alla sua segregazione volontaria.

Stabiliranno quindi di raccogliere in un luogo segreto le testimonianze di tutto ciò che rende la vita degna di un  senso. 

Germina così lʼidea della “Catasta del Significato”, una raccolta di oggetti-simbolo che posseggano un grande valore per ogni singolo ragazzo.

La raccolta inizialmente pare avere i connotati del gioco: a ciascuno di loro, a turno, verrà chiesto di donare al gruppo qualcosa che abbia un significato speciale (il paio di scarpe preferite, un libro, una bicicletta nuova...).

 

Con il progredire delle richieste, però, avrà inizio una vera e propria recrudescenza di costrizioni perverse; un gioco al massacro nel quale ciò che bisogna devolvere è tanto più importante quanto più è doloroso perderlo. Ogni ragazzo impone allʼaltro prove sempre più ardue e desolanti per vendicarsi di ciò che ha appena perduto. Tentando di ferire il prossimo più di quanto lui possa aver sofferto. Il finale del libro non potrà che dare ragione a Pierre Anton, rimarcando in modo crudele e senza appello il titolo del volume.